031 Sergio Rossi • La linea d’ombra (di Joseph Conrad)

Sergio Rossi legge La linea d’ombra di Joseph Conrad

La linea d’ombra

Soltanto i giovani hanno momenti del genere. Non dico i più giovani. No. Quando si è molto giovani, a dirla esatta, non vi sono momenti. È privilegio della prima gioventù vivere d’anticipo sul tempo a venire, in un flusso ininterrotto di belle speranze che non conosce soste o attimi di riflessione. Ci si chiude alle spalle il cancelletto dell’infanzia, e si entra in un giardino di incanti. Persino la penombra qui brilla di promesse. A ogni svolta il sentiero ha le sue seduzioni. E non perché sia questo un paese inesplorato. Lo sappiamo bene che l’umanità tutta è passata di lì. È piuttosto l’incanto dell’universale esperienza, da cui ci aspettiamo emozioni non ordinarie o personali, qualcosa che sia solo nostro.

da La linea d’ombra di Joseph Conrad
traduzione di Gianni Celati
Feltrinelli

Rossi

Sergio Rossi

Editor, scrittore, giornalista, fisico, divulgatore scientifico, vive a Bologna ed è autore di libri per ragazzi. Ha diretto la rivista di critica Fumo di China.