033 Elisabetta Garilli • Prima lezione di musica

Elisabetta Garilli racconta la prima lezione di musica

Chouchou

La Luna, vista con gli occhi dei bambini,
forse è la Luna che saluta prima di dormire.
O forse no, è la Luna dei capricci,
dei “domani”, dei “perché”,
dei “forse” e dei “ma”….
Oppure è una Luna che si mangia per davvero:
una Luna al gusto di Luna!

Claude Debussy fu uno dei massimi esponenti dell’impressionismo musicale, ma anche un affettuoso papà che per amore della figlia Claude Emma, la sua Chouchou, compose una suite tra le più amate. Creò, grazie alle sue composizioni, un “album” musicale dove “raccolse” musica per ricordare i momenti più belli dell’infanzia della sua bambina.

Garilli

Elisabetta Garilli

Pianista e compositrice, nata ad Ostiglia nel 1972. Cura rassegne di spettacoli divulgativi musicali/teatrali rivolti alle famiglie, con il coinvolgimento di vari linguaggi espressivi, quali l’illustrazione in presa diretta, la danza, la narrazione. Sviluppa, per il Festival della cultura creativa ABI, progetti e percorsi laboratoriali finalizzati a muovere e sensibilizzare i bambini alla scoperta di linguaggi artistici non convenzionali. È autrice di colonne sonore per cortometraggi e di libri illustrati da lei musicati: Jaipur e la Macchina Avvisavento, con G. Tessaro (Kite Edizioni, 2011), Ninne Nanne nanne ni, con B. Landmann e S. Abagnato (Carthusia, 2014). Per Carthusia cura la collana Musica illustrata e un po’ strampalata per cui sono già usciti Tinotino Tinotina Tinotintintin, Le quattro stagioni, Il Carnevale degli animali e Caterina cammina cammina. Dirige il Garilli Sound Project, insieme cameristico moderno che sviluppa progetti di sperimentazione di nuovi linguaggi musicali, di inclusione sociale e integrazione culturale.