Federico Taddia e Andrea Valente • Papà me le suoni?

FEDE1
Federico Taddia ci regala Papà me le suoni?, un suo racconto inedito illustrato da Andrea Valente

Papà me le suoni

© 2020 Federico Taddia per i testi
© 2020 Andrea Valente per le illustrazioni

Appena il mio papà sprofonda in poltrona
vado a giocare con lui e…

Faccio finta di essere uno scalatore.
Poi un fantino.
Un aviatore.
E un cavaliere.
E anche un fornaio, un indiano, un falegname,
un bagnino e un pittore!
Mi diverto un sacco sopra il mio papà.
Anzi, forse un po’ troppo…

– Bastaaaa!!! Smettila o te le suono…
Mio papà che mi suona? Troppo forte.
Me lo immagino già in piedi sul palco.
Con i capelli dritti e la giacca di pelle.
Davanti a migliaia di persone che lo applaudono.
Anch’io vado al suo concerto.
E mi siedo nel bel mezzo del palco!
Pronto per essere suonato.
Uno, due, tre! Via con la musica..

FEDE2

Subito papà mi tira bene i capelli.
E come una chitarra fa mille strimpelli.
Poi passa al culetto che fa da batteria,
e lo sculaccia a ritmo con allegria
Schiacciandomi le dita colorate di bianco e di nero,
si scatena al pianoforte come un musicista vero.
La mia pancia cicciotta la trasforma in un’arpa,
e con tanti pizzicotti fa cantare l’aria.

Mi soffia nelle orecchie a pieni polmoni, per
far uscire la musica dai due tromboni!
Il pezzo più bello è l’assolo di violino, con la
scopa sulla schiena che passa pian pianino.
Il suono più buffo è il gong dei piatti, e per
farlo mi centra con due schiaffi.
Quando poi inizia a cantare non ce la faccio
più: mi prende per i piedi e mi tiene a testa in giù.

FEDE3

Neanche con il gran finale c’è da scherzare:
mi acchiappa il naso e mi fa roteare.
Tra le urla del pubblico vedo tutto girare:
infine lascia la presa e mi fa volare…
– Ma papà! Davvero me le vuoi suonare?
– No, dai! Scherzavo…
– Uao papà, ti voglio troppo bene!
E mi è venuta una grande idea!
– Quale idea?
– Suoniamo qualcosa?!?

Taddia

Federico Taddia

Conduttore, autore, giornalista e divulgatore. Spazia dalla tv alla radio (Radio24), da La Stampa a Topolino, dal teatro ai festival, dal costume alla scienza, passando per le tematiche giovanili, l’innovazione tecnologica, il sociale e i nuovi stili di vita. “Parla, scrive e scrive per altri che parlano”.

Conduce su Radio24 il programma cult “Padrieterni”. Sulle stesse frequenze, insieme a Telmo Pievani, è in onda, e in podcast, con “Terra in vista – La scienza e la tecnologia spiegata a mio figlio”,  progetto di divulgazione scientifica e culturale per le famiglie. Sempre su Radio24 ha realizzato “Pappappero” (format per bambini andato in onda per 7 anni) e “L’altra Europa”.

Su Radio2 ha ideato e condotto i programmi “L’altrolato” e “Monolocale”, la prima rassegna stampa interamente dedicata alle testate locali e alla provincia. Ha scritto, con Telmo Pievani, il libro “Il maschio inutile”, testo portato in scena con la “Banda Osiris” con l’omonimo spettacolo, inaugurando un filone di racconto della scienza e dell’attualità intersecato con la musica e il divertimento. Con “Teste Toste”, serie di libri pubblicati con “Editoriale Scienza”, ha vinto il premio “Andersen” per la miglior collana di divulgazione scientifica.

Andrea Valente

Racconta ai piccoli il mondo dei grandi e ai grandi il mondo dei piccoli. È scrittore, illustratore, vignettista, scrittore di testi teatrali e molto altro ancora, ma fa tutto questo sempre e rigorosamente in chiave umoristica e strampalata, colleziona caffettiere e cravatte di Topolino. Inizia la sua carriera con la prima vignetta pubblicata nel 1990 sul New York Times e le ultime note pubblicate sul suo conto lo riportano vincitore del Premio Andersen 2011, premio letterario italiano dedicato alla letteratura per ragazzi, nella categoria Miglior autore completo. Nel 1995 crea il personaggio che lo renderà riconoscibile al pubblico italiano: la Pecora Nera.