Beatrice Masella • Viola, la gallina e il soldato

Beatrice Masella racconta Viola, la gallina e il soldato
viola

Viola, la gallina e il soldato

Questa storia nasce dal racconto di una anziana signora che conosco da quando ero piccola. Un racconto che arriva inaspettatamente, una sera di qualche anno fa, quando la vado a trovare prima che venga ricoverata, e che riguarda gli anni della guerra quando lei era solo una bambina. Mi dice che a quei tempi sua madre la costringeva a portare a spasso la gallina che viveva con loro e che lei si vergognava molto perché abitava vicino piazza Carducci, nel centro di Bologna. A me si accende subito una luce: è l’inizio di una nuova storia. Diventa un libro sull’assurdità della guerra vista con gli occhi dell’infanzia, sugli animali che hanno una voce salvifica quando gli uomini hanno perso la loro, sulla natura che aiuta a sopravvivere e sulla musica che permette di rimanere umani.  

Viola, la gallina e il soldato di Beatrice Masella
Edizioni Corsare

Masella

Beatrice Masella

È nata a Taranto ma vive da molti anni a Bologna, dove lavora come insegnante e pedagogista. Scrive storie per bambini e bambine ed è sempre felice di incontrarli nelle scuole, nelle biblioteche, nelle librerie e nelle strade. In questi giorni anche sul sofà. Fra i suoi libri: la trilogia delle avventure di Hanna & Fou, Sinnos; Il grande noce racconta: sette storie per sette sere e alcuni libri di filastrocche come La mia scuola è un grande fiume con Bacchilega Junior; Viola, la gallina e il soldato, Edizioni Corsare; Cuscus skate, Pulce; e per i più piccoli Io sono io, Leone verde Junior. Per i ragazzi e le ragazze un po’ più grandi: Respiro, Sinnos; A spasso con Nina, Edizioni Corsare; in uscita Davanti a quel muro, Bacchilega Junior. Ama il mare e sogna un mondo più giusto.