Lino Guanciale • Anche Superman era un rifugiato

Lino Guanciale racconta Anche Superman era un rifugiato
superman

Anche Superman era un rifugiato

Dietro agli sbarchi fatti di numeri, ci sono persone con un nome, una storia e un sogno. E un coraggio più profondo del mar Mediterraneo. I rifugiati esistono oggi grazie a una convenzione internazionale che li tutela e li assiste, ma esistevano anche ieri, e si chiamavano esuli, esiliati, perseguitati. Fu un rifugiato, Enea, che proprio in Italia trovò la tanto agognata patria; lo fu anche Dante, infatti non morì nella sua amata Firenze. In questo libro dodici autori e dodici illustratori hanno raccolto la sfida di UNHCR e hanno dato vita a dodici incredibili racconti che intrecciano le storie vere dei rifugiati di oggi con quelle dei rifugiati del passato. Vite parallele accomunate da un sogno, una passione, un talento e il coraggio di metterli al servizio degli altri. Pittori, musicisti, atleti, cantanti, poeti, registi, fotografi, scrittori (e supereroi), che ieri come oggi inseguono la semplice quanto folle idea di rendere il mondo più bello, perché diverso.

“Questo libro è stato pensato per permettere alle ragazze e ai ragazzi di formulare una propria opinione su che cosa significhi essere rifugiati, basandosi su storie vere”, commenta Carlotta Sami, portavoce dell’UNHCR per il Sud Europa.  “Il linguaggio diretto e coinvolgente delle storie raccontate consente loro di capire meglio le esperienze vissute anche da persone della loro stessa età, in maniera creativa e libera da pregiudizi e stereotipi. Ci auguriamo che in questo modo il libro possa diventare uno strumento fondamentale per la diffusione della cultura dell’accoglienza, coinvolgendo indirettamente anche le famiglie e gli insegnanti dei giovani lettori e la società nel suo insieme”.

 

GLI AUTORI

Igiaba ScegoDavide MorosinottoHelena JaneczekPaolo Di PaoloFrancesco d’AdamoPatrizia RinaldiFlora FarinaCarlo GreppiLilith MosconAlessandro Raveggi Giuseppe Palumbo. Ognuno di loro ha incontrato o intervistato direttamente il rifugiato di cui racconta la storia. Coinvolgendoli in prima persona, hanno raccolto in una mini-antologia alcuni tra i più straordinari rifugiati contemporanei legandoli alle vite e ai sogni dei più noti del passato: da Dante a Conrad, da Chagall a Freddy Mercury fino a Superman e Poirot.

Ad arricchire i racconti, le magnifiche illustrazioni di Fabio SantomauroMarino NeriLaura ScarpaRita PetruccioliGiovanni ScarduelliFabio VisintinMarco BrancatoTiziana RomaninLaura RiccioliMariachiara Di GiorgioFrancesco Chiacchio e Marco Paschetta.

Anche Superman era un rifugiato
Il Battello a Vapore

 

Lebanon. Italian star actor visits Syrian refugees on the breadline

Lino Guanciale

Si diploma all’Accademia di Arte Drammatica di Roma nel 2003 conseguendo il Premio Gassman. La sua carriera d’attore inizia in teatro e nel 2009 debutta al cinema con Io, Don Giovanni di Carlos Saura, nei panni di Wolfgang Amadeus Mozart. Viene diretto in seguito da Woody Allen in To Rome with Love, dai fratelli Taviani in Maraviglioso Boccaccio e da Vincenzo Alfieri nel film I Peggiori. Acquista notorietà soprattutto sul piccolo schermo, prestando il suo volto ai personaggi principali in fiction come “Che Dio ci aiuti”, “Non dirlo al mio capo”, “L’allieva” e “La porta rossa”. Dal 2017 e’ testimonial di UNHCR a sostegno dei rifugiati.